“Violenza contro le donne e competenze interculturali”

Percorso formativo scuola-università
Appuntamento il 12 dicembre al presidio Mattioli dell’Università di Siena

tarquiniProsegue il percorso formativo scuola-università su “Violenza contro le donne e competenze interculturali”: il prossimo appuntamento sarà lunedì 12 dicembre presso l’aula magna “Antonio Cardini” del Presidio Mattioli dell’Università di Siena.
A partire dalle ore 9.30, si parlerà di educazione alla cittadinanza, discriminazione di genere e competenze interculturali insieme a Tiziana Tarquini, assessora del Comune di Siena, Irene Biemmi, Ricercatrice TD Università di Firenze, Stefania Zamparelli, formatrice del Consiglio d’Europa e educatrice di ReDU, e Alessandra Viviani, docente dell’Ateneo senese.
L’appuntamento di lunedì è una tappa del percorso formativo avviato dal dipartimento di Scienze Politiche e Internazionali dell’Università di Siena e il Centro Interuniversitario di ricerca su Diritti umani, immigrazione e stranieri- CIRDUIS, insieme all’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Siena, indirizzato ai ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori e agli studenti universitari. L’obiettivo è sensibilizzare sui temi della violenza contro le donne e dell’acquisizione delle competenze interculturali quali strumento necessario a contrastare la violenza di genere, la discriminazione e il diffondersi dell’hate speech. L’iniziativa vuole essere anche uno strumento per favorire l’incontro fra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e la realtà universitaria, al fine di un migliore orientamento al loro proseguimento degli studi.
Il percorso formativo proseguirà nella fase successiva con degli approfondimenti teorico-pratici attraverso un calendario di seminari e laboratori e la realizzazione di progetti e lavori da parte degli studenti che partecipano, che saranno presentati al termine delle attività.


AsiaHaptics Silver Award per il laboratorio di Robotica e Sistemi dell’Università di Siena

IL GRUPPO GUIDATO DAL PROFESSOR PRATTICHIZZO PREMIATO A TOKYO PER LE RICERCHE SULLA ROBOTICA INDOSSABILE

tokyo

Il SIRSLab, laboratorio di Robotica e Sistemi del dipartimento di Ingegneria dell’informazione e scienze matematiche dell’Università di Siena, è stato premiato a Tokyo con il prestigioso AsiaHaptics Silver Award per le ricerche sulla robotica indossabile per le applicazioni di realtà virtuale.
Il team dell’Ateneo senese, composto da Francesco Chinello, Claudio Pacchierotti, Monica Malvezzi, Guido Gioioso, Samanta Scala, Giovanni Spagnoletti, Biagio Peccerillo e dal coordinatore della squadra, il professor Domenico Prattichizzo, ha presentato la demo del lavoro dal titolo “A novel 3RRS wearable fingertip cutaneous device for virtual interaction” nel corso di Asia Haptics 2016, conferenza internazionale interamente dedicata al settore delle interfacce tattili. Il lavoro dei ricercatori senesi consiste in un guanto robotico in grado di far percepire a chi lo indossa la consistenza tattile di oggetti virtuali o remoti.
Alla conferenza sono stati ammessi cento lavori con dimostrazioni interattive provenienti dai più prestigiosi centri di ricerca internazionali nel settore dell’aptica, tra i quali quello dell’Università di Siena che ha conquistato il secondo posto.
“Un argento che vale oro – ha commentato il professor Prattichizzo – soprattutto se consideriamo che il SirsLab è stato ammesso alla conferenza con ben due diverse demo. Il successo della nostra proposta risiede nel contributo di ogni singolo membro del team, che ci ha permesso di trasformare una coraggiosa proposta iniziale in un esperimento di successo”.


Laurea honoris causa all’Università di Debrecen al professor Vincenzo Sorrentino

Il prestigioso riconoscimento per il suo lavoro di ricerca

sorrentino_debrecen
Il professor Vincenzo Sorrentino, docente del dipartimento di Medicina molecolare e dello sviluppo presso l’Università di Siena e direttore della UOC di Medicina molecolare e genetica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università di Debrecen, la più grande e antica università ungherese.
Sorrentino ha ricevuto il riconoscimento per aver identificato e studiato alcuni geni coinvolti nei meccanismi che a livello molecolare e cellulare regolano l’attività delle cellule muscolari e per le implicazioni di queste ricerche nella comprensione di alcune patologie umane su base genetica.
Durante il suo soggiorno in Ungheria, il professore ha tenuto una conferenza presso il dipartimento di Fisiologia dell’Università di Debrecen in cui ha illustrato i risultati più recenti del suo lavoro. Il riconoscimento è stato consegnato dal rettore nel corso di una cerimonia ufficiale durante la quale Sorrentino ha ringraziato i colleghi dell’Ateneo ungherese per l’onore conferito.


GIARDINI D’ARTISTA E L’ARTE AMBIENTALE IN TOSCANA: PER UN APPROCCIO CONSAPEVOLE.   Aggiornato recentemente!

Progetti di attività didattica, sensibilizzazione e informazione rivolti a insegnanti e alunni delle scuole di vari ordini e gradi.

giardini-dartistaIl progetto didattico è promosso da L’Associazione Culture Attive di San Gimignano, grazie al sostegno dalla Regione Toscana.

Un corso gratuito di aggiornamento/formazione, con rilascio di attestato di frequenza rivolto sia agli insegnanti (calendario degli interventi di formazione per adulti), sia ai loro allievi, su richiesta.

La serie d’iniziative, con le iscrizioni già aperte, è indirizzata in particolare alle Scuole Superiori di Siena e provincia.

Il progetto desidera far conoscere i giardini d’artista e i parchi di arte contemporanea del territorio, attraverso anche la possibilità di visitarne alcuni tra i più significativi e generalmente chiusi al pubblico, offrendo un servizio gratuito, dalla alta finalità didattica ed educativa alle scuole e ai docenti interessati.

Descrizione del progetto

Contatti:

E-mail. associazione@cultureattive.org; info@cultureattive.org;
Tel. 338.4506864 / 348.9174845.


“TI LEGGO UNA STORIA”

PROSEGUONO GLI APPUNTAMENTI PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA
leggo-una-storia

Con “Ti leggo una storia”, l’iniziativa promossa dall’assessorato all’Istruzione e Pari Opportunità, per le scuole dell’infanzia comunali, proseguono gli appuntamenti per la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia.

Gli studenti dell’Istituto professionale G. Caselli, dopo essere stati nei plessi scolastici “Mara Meoni” e “B. Vestri”, questa mattina erano alla scuola dell’infanzia “A.M.E. Agnoletti” – una scuola che quest’anno ha promosso la lettura a voce alta anche attraverso l’appuntamento “Leggere per crescere” nell’ambito dell’iniziativa Crescere Insieme –  dove hanno intrattenuto i piccoli leggendo loro dei libri di storie.

Un’iniziativa fruttuosa, come l’ha definita l’assessora presente questa mattina durante le letture, perché grazie alla sinergia innescata con gli studenti della scuola superiore di Siena e la collaborazione dell’Unicef e della Biblioteca comunale degli Intronati, per la prima volta l’amministrazione celebra questa Giornata per la quale ancora molto la società civile deve fare. Troppi, infatti, i bambini e le bambine che nel mondo, comprese le società più avanzate, non sono garantiti nei loro diritti, da quelli più basilari come il cibo, le cure e l’istruzione a quelli tesi a salvaguardare le loro giovani vite.

Le prossime letture saranno effettuate domani 25 alla scuola dell’infanzia Asilo Monumento, lunedì 28 alla scuola dell’infanzia “S. Marta” e il 29 a “Raggio di sole”


CONTRADA DEL DRAGO: Borsa di studio Gaia Gotti

contrade-drago-4-300x225Per volontà delle famiglie Gotti e Picciolini, in memoria della carissima indimenticabile Gaia, appassionata e amata contradaiola del Drago, tragicamente e tanto prematuramente scomparsa sono istituiti due “bonus-libri” per l’acquisto di libri di testo per l’anno scolastisco 2017/2018 a favore di giovani contradaioli del Drago che hanno conseguito il diploma di Scuola secondaria di I° e II° grado.

L’ assegnazione è disciplinata dal seguente REGOLAMENTO:

Art. 1 – La Contrada del Drago indice due “bonus libri” di cui uno per un importo di EURO 500 (CINQUECENTO) per la scuola secondaria di secondo grado (maturità) e uno per un importo di EURO 300 (TRECENTO) per l’acquisto di libri di testo per la scuola secondaria di primo grado (terza media) a favore di due giovani dragaioli/e particolarmente meritevoli.

Art. 2 – La Commissione Giudicatrice sarà composta da un membro della famiglia Gotti o Picciolini, dal Priore della Contrada del Drago o da un suo delegato, e da un componente della Sedia della Contrada del Drago, designato dalla Sedia stessa. Il servizio di Segreteria e l’organizzazione del Concorso ai suddetti premi sono demandate alla Contrada del Drago. La pubblicizzazione delle borse, le spese vive e di funzionamento della Commissione Giudicatrice e quelle relative alla Cerimonia di consegna saranno a carico della Contrada del Drago.

Art. 3 – I due bonus-libri verranno assegnati il 23 marzo 2017 – giorno del compleanno di Gaia – presso la sede della Contrada del Drago.

Art. 4 – I candidati dovranno presentare domanda di partecipazione per ottenere i due “bonus libri” di cui all’ art. 1. Le domande dovranno pervenire alla Contrada del Drago (Casella Postale 207) entro il 31 gennaio 2017 e dovranno contenere: – Generalità del concorrente, corredate dalla dichiarazione di essere Contradaiolo del Drago; – Curriculum degli studi; – Certificato di diploma o certificazione in carta libera del voto di diploma riportato (scuola secondaria di primo grado o scuola secondaria di secondo grado); – Documentazione delle condizioni economiche familiari (modello ISEE), da produrre in busta chiusa.

Art. 5 – La Commissione Giudicatrice, a suo insindacabile giudizio, nei trenta giorni successivi alla scadenza della domanda di cui al precedente art. 4 nominerà i vincitori delle borse secondo i seguenti titoli di merito: – Voto di Diploma e Copia della Pagella; – Eventuali titoli documentati; – Condizioni economico-familiari.

La Commissione si riserva in ogni caso il diritto di non assegnare le borse, nel caso in cui nessuna delle domande sia ritenuta meritevole.


“TI LEGGO UNA STORIA”

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

Dal 22 al 29 novembre le letture degli studenti dell’Istituto Caselli ai bambini delle scuole dell’infanzia comunali.

locandina-ti-leggo-una-storia-defDa un progetto dell’Assessorato all’Istruzione, per la prima volta, a Siena, una serie di appuntamenti dedicati ai piccoli celebreranno la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza istituita per il 20 novembre, il giorno durante il quale, nel 1989, la Convenzione venne approvata dall’assemblea generale delle Nazioni Unite.

Seppur ratificata da oltre 190 Paesi la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza rimane ancora lettera morta in molte realtà compresa la nostra dove, a causa di un progressivo ritorno alla povertà molti bambini e bambine non sono garantiti nei loro diritti o, in casi ancor peggiori e aberranti, si ritrovano vittime di abusi, violenze, discriminazioni ed emarginazioni.

Il Comune, per ricordare e rafforzare l’impegno che dovrebbe coinvolgere qualsiasi collettività, in collaborazione con il Comitato provinciale per l’Unicef di Siena e di concerto con la Biblioteca degli Intronati, nell’ambito del progetto “Nati per leggere”, e l’Istituto professionale “G. Caselli” ha organizzato sei incontri, uno per ciascuna struttura, nelle scuole dell’infanzia comunali, durante i quali gli studenti del Caselli leggeranno ai bambini alcune storie.

Un’iniziativa, come ha informato l’assessora all’Istruzione, che grazie alla condivisa partecipazione dell’Unicef, diverrà un appuntamento da ripetere ogni anno.

A iniziare sarà la scuola dell’infanzia “Mara Meoni” il 22 novembre, il giorno successivo la “B. Vestri”, il 24 “A.M.E. Agnoletti” e il 25 l’ “Asilo Monumento”, per proseguire lunedì 28 al “S. Marta” e concludersi il 29 a “Raggio di sole”.


BANDO IN-BOX 2017

E’ uscito In-Box 2017. In­-Box è una rete di teatri, festival e soggetti istituzionali che seleziona e promuove alcune delle esperienze produttive più interessanti della scena teatrale emergente italiana. Sul sito www.inboxproject.it è possibile scaricare il bando.

La nuova edizione terminerà a Siena il 19 e 20 Maggio con In-Box dal Vivo; 6 le compagnie finaliste che si aggiudicheranno le 52 repliche in palio.
E’ già possibile iscrivere il proprio spettacolo su Sonar motore di ricerca del teatro emergente.
C’è tempo fino alle ore 12.00 dell’11 gennaio 2017.

Per maggiori informazioni sul progetto e sui vincitori delle edizioni passate consulta:
il sito www.inboxproject.it
la fanpage Fb In-Box.


Sempre più internazionale la comunità degli studenti dell’Università di Siena

Sono oltre 1200 gli iscritti stranieri ai corsi di laurea triennale, magistrale e post laurea. Centotré le nazionalità.

Il18 novembre evento di benvenuto in Rettorato

E’ sempre più internazionale la comunità degli studenti dell’Università di Siena: sono infatti oltre milleduecento gli iscritti stranieri complessivi che frequentano i corsi di laurea triennale, magistrale e postlaurea dell’Ateneo, pari al 6,5% del totale degli studenti, a fronte di una media nazionale del 4,5%. La percentuale più alta è quella degli studenti dei corsi di laurea magistrale, pari al 13% degli studenti. Centotré sono le nazionalità diverse, da tutto il mondo, mentre i gruppi più numerosi provengono dall’Albania, dall’India, dalla Romania, dalla Grecia, dall’Iran, dal Camerun e dalla Cina.
“Gli studenti stranieri dell’Università di Siena – ha detto il rettore Francesco Frati – sono da qualche anno in crescita e rappresentano uno dei traguardi del lavoro svolto per internazionalizzare il nostro Ateneo, sempre più aperto alle relazioni e agli scambi con il mondo accademico di tutti i continenti. Accogliamo i giovani dalle altre Nazioni e allo stesso tempo offriamo opportunità agli studenti italiani di compiere esperienze di studio all’estero durante il periodo di formazione universitaria, per un percorso educativo e culturale completo e adeguato alle esigenze espresse dal mercato del lavoro”.
I nuovi studenti internazionali iscritti ai corsi di laurea di I e II livello si troveranno domani, venerdì 18 novembre, nell’aula Magna del Rettorato, a partire dalle 15, per l’evento “Nice to Meet You, Italy!” – organizzato dall’International Place, dall’URP e dal centro Europe Direct dell’Università di Siena, co-finanziato della Commissione Europea – durante il quale sarà dato loro il benvenuto, con la collaborazione degli studenti più anziani.


Internazionalizzazione dell’Università di Siena: importante accordo con l’Università cinese di Wenzhou

Il rettore dell’Università di Siena, Francesco Frati, e il rettore dell’Università cinese di Wenzhou, LI Xiaokun, hanno firmato ieri un protocollo di intesa che sancisce la collaborazione tra i due atenei riguardo ad attività di ricerca e di didattica. La sigla al documento è stata posta a Siena, dove è stata accolta una delegazione di presidi e professori di facoltà scientifiche e umanistiche dell’Ateneo asiatico, il più importante della regione sudorientale dello Zhejiang.

foto-gruppo-unisi-wenzhou

Tra gli obiettivi dell’accordo, corsi di studio con la possibilità di doppio titolo di laurea, italiano e cinese, collaborazione in corsi di dottorato, periodi di scambio reciproco per docenti e studenti delle due università, programmi di scambio culturale a breve termine. Interesse per lo sviluppo di attività di didattica della cultura e della lingua cinesi è stato inoltre manifestato dal rettore dell’Università di Wenzhou, disponibile anche a stabilire un proprio presidio ad Arezzo.
Il rettore Frati, che ha ricevuto nella Sala Consiliare la delegazione insieme ai professori Roberto Venuti, Ranuccio Nuti, Cosima Baldari, Lorenza Trabalzini, Silvia Calamai, durante l’incontro ha sottolineato l’importanza strategica dell’internazionalizzazione per l’Ateneo senese: “E’ una chiave di sviluppo per il nostro Ateneo – ha detto Frati – sia in termini di potenziamento dei progetti di ricerca sia per l’attrattività di nuovi studenti e per offrire un contesto culturale sempre più stimolante a chi sceglie l’Università di Siena per compiere il proprio percorso di studi”.
Nel pomeriggio la delegazione cinese è stata accolta ad Arezzo nel campus del Pionta dalla direttrice del dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale, Loretta Fabbri. All’incontro sono intervenuti anche il presidente della Camera di Commercio, Andrea Sereni, il presidente di Confindustria Toscana Sud e amministratore delegato del Polo universitario aretino, Andrea Fabianelli e l’assessore comunale ai rapporti con l’università, Alberto Merelli.
Già nel mese di maggio c’era stata una prima visita a Siena e ad Arezzo da parte di una rappresentanza dell’Università di Wenzhou, che aveva permesso di stringere i primi accordi informali, con l’opportunità di stage in Cina per alcuni studenti del corso di laurea in Lingue e del master in Sviluppo e internazionalizzazione delle Pmi, e la realizzazione corsi di cinese organizzati dal Dipartimento universitario di Arezzo, insieme a Camera di Commercio e Confindustria.
La delegazione cinese, che ha espresso soddisfazione per il risultato dell’incontro, ha visitato i centri storici di Siena e di Arezzo, dove è stata accompagnata anche al museo aziendale della Unoaerre, la celebre azienda orafa.
Per approfondire la reciproca conoscenza, il rettore Frati visiterà a sua volta l’Università di Wenzhou alla fine del mese.